G I A R D I N O    C A R N I V O R O C A R R E L L O (0)







28/06/2011
DROSERE TUBEROSE Consigli di coltivazione
  



 

Substrato

 
40 % torba   60 % ghiaietto fino di quarzo (2 mm) o perlite sbriciolata
 
Posizionamento del tubero
 
Fate un buco profondo 2 – 3 cm e posizionate il tubero.poi copritelo.
Se nel tubero appare gia’ un punto di crescita di colore bianco indirizzatelo verso la superficie del vaso,non e’ una radice,bensi’ la nostra giovane drosera in crescita
 
 


Coltivazione ed annaffiatura

 
 
La temperatura ottimale di crescita e’ tra i 16 ed i 24 gradi.
Sopportano temperature piu’ fresche sicuramente,mentre con le temperature tipicamente estive soffrono e bloccano la crescita andando in riposo.
Quindi la possiamo considerare una drosera a crescita invernale,in quanto,se fosse in vegetazione in estate,non sopporterebbe temperature troppo elevate.
 
 
Vi propongo il mio sistema di coltivazione spiegato mese per mese e che fino adesso non mi ha portato ad alcun tipo di problema.
 
 
Agosto-Settembre:
 
(questa e’ la stagione in cui e’ piu’ facile reperire queste piantine,sono in pieno riposo ed e’ possibile rompere il pane di terra per raccogliere i tuberi e scambiarli tra appassionati.)
 
Una volta posizionati i tuberi nel terreno,comincio a dare acqua una volta alla settimana dall’alto,questa abbondanza d’acqua simula le piogge nei territori d’origine ed il tubero ben presto comincera’ a dare nuovi segni di vita.
Tenete il vaso al sole.
 
Continuate con questa annaffiatura finche’ non vedrete che comincera’ a spuntare qualcosa.
Vi raccomando di non spulciare la terra per vedere se il germoglio sta salendo…questa operazione (o tentazione??) potrebbe risultare assai disastrosa se accidentalmente andrete a spezzare il tenero apice di queste drosere.
Quindi prendetevela con calma e vedrete che quando spuntera’ vi riempirete di gioia il doppio J
 
 


Ottobre-novembre

 
Una volta che la nostra drosera e’ spuntata date un cm d’acqua da sotto il vaso,costante.
Tenetela al sole quanto piu’ potete ma protetta dal vento.
Io le tengo in serra finche’ la temperatura non scende fino a 3-4 gradi,non andate sotto a questa temperatura,mi raccomando,una gelata potrebbe compromettere la piantina.
Quando si raggiunge questa soglia io le porto in un terrario ben illuminato in una stanza con temperatura compresa tra i 16 e  22 gradi.
(solitamente per me che ho la serra e’ il periodo da gennaio-febbraio-inizio marzo,poi le riporto fuori)
 
Questo sbalzo di temperatura fa ripartire veramente veloce queste drosere con abbondanti fioriture.(in particolare D.auriculata,D.peltata)
 
 


Dicembre-marzo

 
Tenete le vostre piante in terrario sempre con un cm d’acqua.
Potete anche tenerle davanti ad una finestra ben illuminata dal sole diretto,in una stanza riscaldata o meno.
 
 


Marzo-settembre

 
Da fine marzo potete riportare le vostre drosere fuori che ormai dovrebbero essere vicine al riposo.
 
Quando vedrete che le piante cominceranno a rovinarsi,ad ingiallire e a seccarsi togliete l’acqua dal sottovaso.
Datene un po’ da sotto ogni due settimane,vedrete che ben presto tutto secchera’ e la drosera ritornera’ in riposo all’interno del tubero.
 
Da maggio-giugno potete sospendere le annaffiature,al massimo una veloce bagnata dall’alta una volta al mese.
Anche se il pane di terra sembrera’secchissimo,in realta’ resta sempre un certo grado di umidita’ nella parte bassa del vaso ed e’ quel tanto che basta al tubero per non disidratarsi.
 
 
 
NOTA:
 
Queste drosere,durante la stagione vegetativa, sono in grado di moltiplicarsi creando uno o diversi tuberi intorno al tubero”madre”.
Quindi ad agosto quando controllerete i tuberi all’interno del pane di terra avrete piacevoli sorprese.
 
Inoltre i tuberi tendo ad andare sempre piu’ a fondo di anno in anno,avrete modo ogni nuova stagione di ritirali un po’ piu’verso la superficie
 
 


Buona coltivazione

 
Andrea










© 2017 Giardino Carnivoro
P.I. 03 671 190 241
made by nextbox.it